In pochi giorni, una golosa amica di famiglia al Trussardi ha mangiato male, una donna del vino pure e un collega ieri sera in maniera disastrosa, in linea con quanto scritto da Leonardo Casaleno e Alberto Cauzzi nella Gazzetta. Il perché è subito detto: Andrea Berton è stato sollecitato dalla proprietà a prendersi preso 15 giorni di forzato riposo, “una fase di valutazione per definire il da farsi”.

Io non scommetterei un euro sul fatto che tra una settimana tornerà in cabina di regia, e a guidare quale tipo di ristorante poi. Certo che cose così, sospensioni a ciel sereno, in genere avvengono nel mondo del calcio, e nemmeno tra i club di primissimo livello. Robe alla Zamparini tanto per capirsi.